Valeria Crescenzi

Questa è la mia cucina, una cucina totalmente bianca, con top in quarzo nero e maniglie in acciaio. La trovo super funzionale ma fredda, e volevo dargli delle note più calde e accoglienti, oltre a un tocco di colore. Te la racconto perché è la prova provata che anche i piccoli interventi possono fare una grande differenza. Ah stavo per dimenticare! Sono in affitto, quindi tutto quello che vedrai non modifica gli ambienti originali di una virgola.

Come sono intervenuta

Le cucine bianche hanno il grande vantaggio di essere una tela neutra da poter dipingere con i colori che desideriamo. Sebbene sia una soluzione abbastanza standard e poco rischiosa, troppo bianco alla lunga può stancare. Per me che amo i colori e le texture materiche, una cucina così fredda non mi rispecchia molto. 

Come in tutti i miei progetti, ho iniziato raccogliendo immagini di ispirazione che mi hanno indicato una direzione da seguire. Dal momento che ho un piano di lavoro e un backsplash lucidi, ho voluto aggiungere finiture opache e pezzi più materici. Per scegliere colori e texture sono letteralmente tornata nei miei luoghi di origine, un territorio dove il tufo vulcanico e l’argilla sono molto diffusi. Ne ho portato un pizzico anche nella mia cucina.

Raccolte le immagini di ispirazione, ho creato una nuova palette colori e poi mi sono concentrata sugli oggetti specifici. Ho fatto una lista degli utensili e degli elettrodomestici che utilizzo ogni giorno e che devono essere a portata di mano; poi una lista di oggetti e strumenti che avrei voluto acquistare per migliorare la decorazione. Non ho comprato molte cose: la maggior parte degli articoli sono stati semplicemente riorganizzati o raggruppati in modo diverso.

Un secondo intervento ha riguardato l’illuminazione. Avevo bisogno di una lampada da soffitto che fornisse luce diretta sull’isola (i 2 faretti in dotazione non erano sufficienti). Ho optato per la lampada Ambit di muuto, che ha sostituito il vecchio paralume sproporzionato contribuendo a creare una sorta di ingresso alla cucina. Potete vederlo?

Takeaway

Spesso pensiamo che il design sia qualcosa solo per ricchi, e che non riusciremo a cambiare un ambiente se non facendo interventi importanti con altrettanto importanti budget. Io mi impegno a dimostrarvi che spesso non è così. In molte occasioni, interventi oculati e precisi riescono a cambiare il mood di un’intera stanza senza aver speso un occhio della testa. 

Richiedi la tua consulenza

Se anche tu vuoi fare il restyling alla cucina (o a una stanza che non rispecchia i tuoi gusti), manda una mail a valeria@crescenzi.ch e raccontami le tue necessità. Sono sicura che troveremo la soluzione giusta per te!

Nel frattempo dai un’occhiata ad altre consulenze Nuance qui