Valeria Crescenzi

Metti una veranda al mare, da rinfrescare dopo 20 anni dai primissimi lavori e un budget piccolo da allocare con attenzione. La sfida? Dare un look totalmente nuovo senza spendere un occhio della testa. Challenge accepted.

Cosa c'era prima

L’ambiente accusava un po’ i segni della stanchezza e gli elementi di arredo avevano bisogno di trovare una nuova armonia. Nella stanza, che riprendeva lo stile delle case di montagna, erano presenti tante essenze (legno di noce, miele, pino…) che davano alla veranda un carattere un po’ confuso.

Come sono intervenuta

Prima di tutto abbiamo detto addio alle pareti ingiallite con una tinteggiatura che ha compreso anche le travi a vista (il legno noce aveva ormai fatto il suo tempo).

Poi ho proceduto ad un’analisi attenta dei pezzi a disposizione: tavolo, panche, mensole e mobile contenitore erano ancora in buone condizioni ma meritavano un nuovo look. Insieme a Nadia e Claudia abbiamo quindi deciso di tenerli e di ridipingerli con degli smalti ad hoc. Le sedie invece erano diventate scomode e sono state un nuovo acquisto, l’unico assieme alle tende a pacchetto per le finestre.

L’occasione è stata inoltre perfetta per piccole migliorie rimandate da tempo, come il rivestimento delle pareti del forno a legna per il quale avevano già acquistato il materiale anni addietro.

La palette colori

Il pavimento in cotto ha dato il LA alla nuova palette di colori fatta di verdi nordici e tocchi di grigio e rosa. L’idea era raffreddare i toni della veranda, rendendola più fresca e quindi più adatta alle temperature calde della località di mare in cui si trova.

La palette colori

Il pavimento in cotto ha dato il LA alla nuova palette di colori fatta di verdi nordici e tocchi di grigio e rosa. L’idea era raffreddare i toni della veranda, rendendola più fresca e quindi più adatta alle temperature calde della località di mare in cui si trova.

Takeaway

Quando si hanno arredi in buone condizioni ma che si mostrano “stanchi”, un’ottima soluzione consiste nel ridipingerli. È un’opzione più sostenibile e abbassa di molto le spese, servono però “olio di gomito” e tinte giuste che resistano alla prova del tempo.

La parola a Nadia e Claudia

“Valeria è riuscita a dare nuova vita alla nostra veranda mantenendo quasi tutti gli arredi originali. Avevamo un budget piccolo ma questo non è stato un problema: ha trovato soluzioni accessibili e belle allo stesso tempo. Grazie!”

Richiedi la tua consulenza

Hai anche tu una stanza a cui dare nuova linfa? Scrivimi una mail a valeria@crescenzi.ch e raccontami cosa hai in mente!

Nel frattempo dai un’occhiata ad altre consulenze Mezzatinta qui.